• Home
  • /
  • Author: Franci Ian

Senzanome

Siediti qui, accanto a me. Ascoltiamoci nelle nostre vite sconosciute, ritroviamoci negli anfratti della memoria dove si sciolgono nodi e si legano domande. Scompaginiamo le parole, lasciamo che i significati le arginino in quegli sguardi dove il desiderio di farci è più forte della voglia di possederci. Ho sempre pensato che riempirsi di qualcosa anestetizzi…

La tua medaglia che faccia ha?

Cos’è l’opportunità di conoscere realmente qualcuno e dove finisce la linea sottile che demarca dall’opportunismo dell’altro? Quando le due cose si fondono, trasformando l’una in un’ accezione negativa verso l’altro? Opinabilmente sono portata a sostenere che ci sia, anzi, ci debba essere sempre uno scambio tra due esseri umani che interagiscono, qualsiasi sia il motivo….

Ma che bel bimbo!

Adesso capisco perché in me alberga anche un sottilissima sfumatura d’animo che assomiglia ad un uomo in preda ad un attacco d’ira quando la sua squadra del cuore sta perdendo al novantesimo. Tutto parte dai capelli alla “maschietta”, gioiosa definizione della mia genitrice verso un taglio poco decifrabile, effettuato quando avevo poco più di tre…

12345